RSS

I fatti di Parigi

12 Gen

Il giorno 7 gennaio 2015, nel centro di Parigi, viene attaccata la sede del giornale satirico Charlie Hebdo da parte di due fratelli fondamentalisti islamici, armati di kamikaze. Le vittime sono dodici: tra esse il direttore Charb e alcuni volti storici del giornale (come il vignettista Wolinski). Il giornale era noto per aver pubblicato vignette contro Maometto e l’Isis.

Due giorni dopo finisce la fuga dei due fratelli, che vengono uccisi dalla polizia in una tipografia dove si erano rifugiati. In contemporanea, un altro uomo, tale Coulibalì, ‘alleato’ dei due terroristi, si barrica in un supermercato ebraico tenendo in ostaggio più di dieci persone, tra cui alcune verranno uccise dall’uomo. Viene anche lui ucciso dalla polizia dopo una sparatoria. In totale muoiono 20 persone in quei tre giorni.

La domenica seguente a Parigi sfilano in piazza due milioni circa di persone, tra cui più di 80 capi di stato, per manifestare contro le violenze di questo tipo, per difendere la libertà di parola e il fondamentalismo islamico.

Tag per approfondire:  Charlie Hebdo, fondamentalismo islamico, attentati Parigi 7/1/2015.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12/01/2015 in Senza categoria

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...